Tag Results

Ringraziamenti dal Villaggio

Dopo circa tre mesi di lockdown, la vita al Villaggio St. Francis prosegue serena e tranquilla. I ragazzi continuano con le loro attivita’ quotidiane, scolastiche e sportive, anche grazie alla costante presenza degli insegnanti e dello staff che sono rimasti all’interno del Villaggio per la quarantena.

Qui sotto, la lettera che il direttore Padre Francis Limo Riwa ci ha scritto per ringraziare l’Associazione e tutti i sostenitori per l’aiuto ricevuto.

Lettera ringraziamenti-Giugno2020

 

 

Ci stanno arrivando anche dei video direttamente dal Villaggio, che man mano vi mostreremo! Ecco il primo:

Video Ringraziamenti-Giugno2020

Storie dei ragazzi di Eldoret

Vogliamo raccontarvi le storie di Dedan, David e Barack, tre ragazzi arrivati al St. Francis Children’s Village da Eldoret, nel 2008.  A seguito delle elezioni presidenziali del 2007, in Kenya sono scoppiate sanguinose contestazioni e gli scontri, inizialmente di carattere politico, hanno in breve acquisito basi etniche. Oltre agli slum di Nairobi e Mombasa, la regione ad ovest del Paese -dove si trova la città di Eldoret- è stata una di quelle maggiormente colpite dalle violenze. Questo triste scenario ha contribuito all’esacerbazione della già drammatica situazione dei ragazzi di strada, e un gruppo di loro, ad inizio 2008, è stato portato al Villaggio dai nostri volontari. Oggi, 12 di questi ragazzi frequentano l’Università di Nairobi e altri tre, Dedan David e Barack, sono tornati al St. Francis Village per lavorare come idraulici, muratori o in cucina, dopo aver ottenuto il diploma alla scuola superiore tecnica.

Di seguito  vi riportiamo la lettera che ci hanno scritto per raccontarsi e condividere con noi i loro sogni. 

Cari amici del Villaggio San Francesco,Eldoret_Dedan-David-Barack2020
Dedan, David e Barack vi salutano, in nome di Nostro Signore Gesù Cristo. Noi siamo ragazzi che vengono da Eldoret. Siamo stati portati al Villaggio San Francesco nel 2008 a causa delle violenze che si erano scatenate dopo le elezioni. Queste violenze ci hanno resi orfani e senza una casa.
Io Dedan Kimatho, sono nato da una madre single, che è morta nel 2006. Da allora sono stato cresciuto da mia nonna, che però è morta nel secondo giorno di violenza a seguito delle elezioni. Ho proseguito comunque gli studi [presso il Villaggio San Francesco, NDR]. Ho finito il liceo nell’anno 2018, poi ho iniziato la Scuola Tecnica dove ho scelto di studiare saldatura. Ora però non ho il capitale che mi può aiutare ad ottenere la terra e quanto mi serve per dare avvio alla mia vita. Sono rimasto al Villaggio San Francesco. Ciò che vorrei ora è che qualcuno di buona volontà mi aiutasse ad avere un pezzo di terra e l’attrezzatura minima necessaria per avviare la mia attività e la mia vita.
Io mi chiamo David Wahou. Io vorrei un supporto dagli amici che desiderano che noi facciamo l’Università, io vorrei fare un corso sul Cibo e le Bevande (Food & Beverage) che dura tre anni. Grazie.
Io sono Barack Kipchoye, vengo da Eldoret. Io avrei bisogno di una mano per andare a studiare al Politecnico per frequentare un corso di Ingegneria Elettrica che dura tre anni. Grazie.
Infine vorremmo ringraziarvi per avere accettato di aiutarci qui al Villaggio San Francesco. Ci dispiace e preghiamo per voi e per i vostri amici affinché il coronavirus, che è diventato una minaccia, possa terminare in nome di Gesù.  Buona Pasqua a tutti voi!

Dedan, David e Barack

 

Ringraziamenti campagna RICE for LIFE 2019

Anche quest’anno siamo molto grati a tutti voi sostenitori, ci avete aiutato a fare tantissime cose!

Ringraziamenti RiceForLife2019